martedì 5 febbraio 2013

Couture Chanel in Guangzhou


GUANGZHOU (CANTON)_CHINA: Dopo aver fatto tappa al Museo di Arte Contemporanea a Shanghai e al Museo NAMOC di Pechino, Couture Chanel (questo il nome della mostra) è approdata lo scorso 16 gennaio a Guangzhou e vi resterà fino al 3 marzo 2013.
La mostra è allestita all’interno della Guangzhou Opera House, struttura ultra moderna finita di realizzare nel 2010 dall’architetto iracheno Zaha Hadid.
Curatore della mostra è Jean Louis Froment (direttore artistico della Prince Pierre Monaco Foundation), chiamato dalla maison francese a celebrare e a far rivivere il mito della poliedrica e indimenticata Mademoiselle.
Avvalendosi della collaborazione del team creativo di Chanel, lo storico di moda è riuscito a radunare più di 400 pezzi tra fotografie, schizzi, capi d’abbigliamento, profumi, libri,  oggetti d’uso quotidiano e video, nonché testimonianze di amici del calibro di Amedeo Modigliani, Jean Cocteau e Pablo Picasso.
Pezzo centrale dell’allestimento è lo sfondo del palco dipinto da Pablo Picasso per “Le Train Blue”, il balletto del 1924 di Sergei Diaghilev, suo amico e direttore artistico del Balletto Russo e per il quale Coco aveva disegnato i costumi.
Affascinanti sono le figure danzanti che si librano sullo sfondo e che rappresentano un inno alla celebrazione del corpo umano, alla leggerezza che li caratterizza al di là delle costrizioni imposte dagli abiti convenzionali.
Notiamo come il contrasto tra la modernità della struttura e la tradizionalità  di Coco non costituisce una nota stonata, ma al contrario è proprio questo contrasto a rendere l’intera mostra godibile.
Quindi se vi trovate da quelle parti o avete intenzione di prendere il volo per l’Estremo Oriente in queste settimane, fateci un salto: non resterete delusi!

Enjoy the show...












Nessun commento:

Posta un commento